Print

Reclami

A decorrere dal 1° marzo 2021, sono entrate in vigore nuove regole per l’eventuale proposizione dei reclami, in considerazione sia di previsioni dispositive in ambito assicurativo, sia della tipologia e delle tematiche dei reclami stessi.

 

Sinora, per tutte le prestazioni sanitarie garantite da Uni.C.A. tramite polizza assicurativa era attivabile un duplice iter:

 

  1. reclamo interno di Uni.C.A., di 1° e 2° livello, disciplinato da Regolamento deliberato dal Consiglio di Amministrazione di Uni.C.A.;
  2. reclamo assicurativo, disciplinato dal regolamento 24 IVASS del 19/5/2008.

 

Con la decorrenza sopra indicata, per tutti i reclami relativi a prestazioni garantite tramite polizza assicurativa non sarà più attivabile la procedura di reclamo interno di cui al punto a), ma potrà essere attivata soltanto la procedura di reclamo assicurativo cui al punto b).

 

Tuttavia, in ottica di tutela degli interessi degli associati e per un costante monitoraggio del livello di servizio da parte dell’Associazione, in caso di esito insoddisfacente o risposta tardiva al reclamo assicurativo da parte della Compagnia di assicurazione, l'associato può, a sua discrezione, inoltrare segnalazione e richiesta di parere ad Uni.C.A.

 

Per tutte le altre prestazioni non garantite da polizza assicurativa (es. cure dentarie gestite da AON/Pronto Care, etc.) oppure per gli aspetti relativi al rapporto associativo, viene invece confermata la procedura di reclamo interno di Uni.C.A., in quanto il reclamo assicurativo non è attivabile.

 

Nel prospetto allegato è rappresentato il riepilogo delle singole procedure di reclamo attivabili in relazione al tipo ed oggetto di contestazione.